Discriminazioni di genere e violenza: la prospettiva istituzionale

docente

Serena Maria Candigliota

 

Assessora alle Politiche Sociali, Sanitarie e Pari Opportunità del XIII Municipio di Roma Capitale. Mediatore interculturale e nella comunicazione efficace, ha collaborato con organismi e società per la promozione, programmazione, coordinamento e monitoraggio nel sistema integrato di interventi e servizi sociali e sociosanitari. Pianificazione e mentoring per giovani imprenditori e persone in ricollocazione lavorativa. Analisi di mercato, studi di fattibilità progetti sviluppo e attività di tutoring per start-up e nuove imprese.

“Discriminazioni di genere e violenza: la prospettiva istituzionale”

Da sempre, il sociale rappresenta un capitolo importante nelle quotidiane attività delle Istituzioni, e questo ancor più quando da una dimensione macro (Amministrazioni centrali, regionali, ecc.) ci si sposta alla dimensione micro di quelle realtà che operano a contatto diretto con il territorio, tra cui – soprattutto nelle grandi città – figurano i Municipi.
Ed è proprio nel contesto delle politiche sociali che si inseriscono le iniziative che vengono progettate e realizzate a livello istituzionale per il contrasto agli stereotipi, alle discriminazioni e alla violenza di genere: un fenomeno che, soprattutto negli ultimi anni, ha conosciuto un forte incremento, e rispetto al quale le Istituzioni operano quotidianamente sui diversi versanti della formazione, della sensibilizzazione nonché dell’azione sul territorio.
Ed è su questi temi, in particolare, che si è soffermata Serena Maria Candigliota, Assessora alle Politiche Sociali, Sanitarie e Pari Opportunità del XIII Municipio di Roma Capitale, raccontando la propria quotidiana esperienza sul territorio, nonché le numerose iniziative poste in essere anche attraverso proficue forme di partnership pubblico/privato.

 

Materiali