Discriminazioni di genere e violenza nella serialità televisiva

docente

Valentina

Re

 

Professore ordinario di Cinema, fotografia e televisione presso l’Università degli Studi Link Campus University. Ha conseguito nel 2005 il Dottorato in Studi teatrali e cinematografici all’Università di Bologna, dove è stata successivamente titolare di borsa di ricerca postdoc, e dal 2009 al 2014 è stata ricercatrice presso l’Università Ca’ Foscari Venezia.
Attualmente coordina le unità di ricerca della Link Campus University nell’ambito del progetto di ricerca di interesse nazionale (PRIN) “Comizi d’amore. Il cinema e la questione sessuale in Italia (1948-1978)”, finanziato dal MIUR, e del progetto di ricerca internazionale “DETECt – Detecting Transcultural Identity in European Popular Crime Narratives”, finanziato dalla UE nell’ambito del H2020 Research & Innovation Programme.
Le sue attività di ricerca riguardano principalmente le metodologie di analisi del film e dell’audiovisivo, i rapporti tra teorie del cinema, teorie dei media, estetica e teoria letteraria, i rapporti tra cinema e altri linguaggi, le forme di distribuzione, circolazione e consumo dell’audiovisivo in ambiente digitale.
Tra le sue pubblicazioni i volumi: Streaming media. Distribuzione, circolazione, accesso (a cura di, Milano-Udine 2017); Game of Thrones. Una mappa per immaginare mondi (Milano-Udine 2017, curato con S. Martin); L’innesto. Realtà e finzioni da Matrix a 1Q84 (con A. Cinquegrani, Milano-Udine 2014); Cominciare dalla fine. Studi su Genette e il cinema (Milano-Udine 2012); Play the movie. Il DVD e le nuove forme dell’esperienza audiovisiva (curato con L. Quaresima, Torino 2010); Visioni di altre visioni. Intertestualità e cinema (con G. Guagnelini, Bologna 2007); Ai margini del film. Incipit e titoli di testa (Udine 2006).
È senior editor della rivista internazionale Cinéma & Cie e membro dell’editorial board della rivista Cinergie. Co-dirige le collane “Narrazioni seriali” e “Innesti – Cinema, letteratura e altri linguaggi”.

Video

Discriminazioni di genere e violenza nella serialità televisiva

Titolo: Gender equality nel settore audiovisivo. Le donne on-screen e off-screen: il caso del crime.

Obiettivi: fornire agli studenti conoscenze di base sullo stato occupazionale delle donne nel settore audiovisivo in Italia e in Europa; sulle policy a sostegno della gender equality in Italia e in Europa; sulla rappresentazione dei personaggi femminili nelle serie TV di genere crime.

Contenuti: la lezione si inserisce nel quadro delle ricerche svolte all’interno del progetto europeo DETECt e affronta la questione femminile e del gender balance nella doppia prospettiva off-screen (condizioni delle professioniste dell’audiovisivo) e on-screen (rappresentazioni della donna detective nella produzione televisiva seriale in Italia e in Europa).